Esami Integrativi

Cosa sono

Sono esami che permettono il passaggio a scuole di diverso ordine, tipo o indirizzo. Riguardano le discipline, o parti di discipline, non comprese nel corso di studio di provenienza e relative a tutti gli anni già frequentati.
Gli studenti che non hanno conseguito la promozione o l’idoneità alla classe successiva, possono sostenere l’esame integrativo solo per la classe corrispondente a quella frequentata con esito negativo.

Presentazione delle domande

Le domande di ammissione agli esami integrativi debbono essere presentate al Dirigente Scolastico entro il 30 giugno di ogni anno scolastico.
A corredo della domanda deve essere prodotta l’attestazione di pagamento della tassa scolastica erariale e la ricevuta del pagamento del contributo a favore dell’istituto.

I richiedenti l’ammissione agli esami integrativi o, comunque, il passaggio a classe di altro indirizzo sono tenuti a presentare documentazione riguardo ai piani di studio seguiti nella scuola di provenienza, nonché le pagelle degli anni precedenti.

Requisiti di ammissione

Gli studenti e i candidati promossi in sede di scrutinio finale o di esami di idoneità a classi di istituti di istruzione secondaria superiore possono sostenere esami integrativi per classi corrispondenti di scuola di diverso ordine, tipo o indirizzo su materie non comprese nei programmi del corso di studio di provenienza.

Gli studenti che non hanno conseguito la promozione o l'idoneità alle classi suindicate possono sostenere in scuole di diverso ordine, tipo o indirizzo, esami integrativi soltanto per classe corrispondente a quella frequentata con esito negativo; analogamente i candidati esterni che non hanno conseguito l'idoneità possono sostenere gli esami integrativi soltanto per classe corrispondente a quella cui dà accesso il titolo di studio posseduto.

Gli studenti con sospensione del giudizio nella scuola di provenienza, vengono ammessi agli esami integrativi con riserva, previo superamento dei debiti.

Prove d’esame

Le discipline o parti di discipline da integrare vengono stabilite dalla Commissione d’esame, nominata dal Dirigente Scolastico, che provvede alla valutazione della documentazione presentata; la Commissione inoltre, stabilisce la tipologia degli esami e predispone il calendario. La segreteria avrà cura di comunicare al candidato, le deliberazioni adottate dalla Commissione.

Successivamente, il candidato potrà richiedere alla segreteria didattica dell’Istituto come acquisire, in formato digitale, i programmi delle discipline oggetto di prove d’esame.

Sessione di esame

Gli esami si svolgono prima dell’inizio delle lezioni, di solito durante la prima settimana di settembre.
Il calendario delle prove è emanato entro il 31 luglio.

La rinuncia da parte del candidato a sostenere le prove d’esame deve essere comunicata per posta elettronica all’Istituto entro il giorno antecedente l’inizio delle prove.
Tutte le prove d’esame vanno sostenute con la presenza di almeno due componenti della commissione. Esaurite le prove d’esame di tutti i candidati, la Commissione effettua lo scrutinio di cui viene redatto apposito verbale.

Esito

Per ottenere l’ammissione alla classe richiesta il candidato deve raggiungere la sufficienza in tutte le discipline oggetto di accertamento.
L’esito dell’esame con la dicitura ammesso/non ammesso” viene affisso all’albo presso la sede dell’Istituto il giorno successivo allo svolgimento degli scrutini.

Allegato: modulo della domanda

Allegati
DOMANDA ESAMI INTEGRATIVI 2022_23.pdf
Decreto Ministeriale n. 5 dell' 8 febbraio 2021